Eierläset


Categoria:
Pratiche sociali
  • Espressioni orali
Cantone:

Descrizione

L’Eierläset (gara di lancio di uova) è un antico rito primaverile di fecondità per scacciare l’inverno, mantenuto vivo in numerosi Comuni dei Cantoni di Argovia, Soletta e Basilea Campagna grazie alle associazioni locali di ginnastica. Vengono preparate due corsie e su ognuna disposti 80-100 mucchietti di segatura con in cima un uovo. Nella sfida si affrontano due squadre, una rappresenta l’inverno e l’altra la primavera. Ogni squadra è composta di diversi corridori e di uno o due ricevitori. La gara tra la primavera e l’inverno può iniziare: i corridori si precipitano verso l’uovo più distante, lo prendono, tornano velocemente indietro e lo lanciano al ricevitore che tiene in mano un cestone pieno di pula. Se l’uovo cade, bisogna rifare il percorso senza però raccoglierne un altro. A turno, anche gli altri membri della squadra ripetono le stesse azioni. Al decimo uovo è prevista una prova speciale. Vince la squadra che per prima ha lanciato tutte le uova nel cestone del suo ricevitore. Se necessario, si interviene durante la gara per fare in modo che sia la primavera a trionfare.

In un numero esiguo di Comuni del Cantone di Argovia, la competizione presenta delle variazioni sul tema: ad esempio intervengono maschere con costumi molto suggestivi come lo Schnäggehüsler (una figura interamente decorata con gusci di lumaca), lo Stächpälmler (un'altra figura completamente rivestita di foglie di agrifoglio) oppure il prete. Queste maschere sono associate all’inverno oppure alla primavera. Durante lo svolgimento della competizione, non mancano scontri simbolici tra i concorrenti delle due squadre.

Gallerie di immagini

  • Auenstein, AG: duro scontro tra la primavera e l’inverno durante l’«Eierauflesen» © Eieraufleser Auenstein, 2009
  • Auenstein, AG: l'arrivo della primavera e dell’inverno © Eieraufleser Auenstein, 2009
  • Effingen, AG: cavaliere seguito da un corridore all’entrata della Dorfstrasse © Karin Janz, 2010
  • Effingen, AG: corridori dell’«Eierleset» affiancati da figure che evocano l’inverno e la primavera © Karin Janz, 2010
  • Effingen, AG: lo «Straumuni» (maschera con imbottitura di paglia) soccombe al «Tannästler» (figura ricoperta di rami di abete) © Karin Janz, 2010
  • Frenkendorf, BL: al decimo uovo portato alla meta è prevista una prova speciale (in questo caso di equilibrio) © TV Frenkendorf, 2011
  • Frenkendorf, BL: l’associazione di ginnastica sfida ogni anno un avversario diverso, stavolta i vigili del fuoco © TV Frenkendorf, 2011
  • Blauen, BL: blocchetti di legno anziché mucchietti di segatura – più facili da riporre una volta finita la gara © Fabian Meury, 2011
  • Wegenstetten, AG: nella prima breve competizione si sfidano gruppi di ginnastica mamma-bambino e papà-bambino © Karin Janz, 2011
  • Oberhof, AG: al decimo uovo portato alla meta è prevista una prova speciale (in questo caso di abilità) © Karin Janz, 2011
  • Oberhof, AG: alcune uova non ce la fanno ad arrivare sane e salve alla meta © Karin Janz, 2011
  • Effingen, AG: pulpito per la predica al termine dell’«Eierläset» © Karin Janz, 2010
  • Kyburg-Buchegg, SO: preparazione della pista © Bernhard Meister, 2007
  • Kyburg-Buchegg, SO: se vengono deposte due uova, il tragitto deve essere percorso due volte © Bernhard Meister, 2007
  • Kyburg-Buchegg, SO: i costumi bianco-rossi dei partecipanti rimandano ai colori della bandiera del Cantone di Soletta © Bernhard Meister, 2010
  • Auenstein, AG: duro scontro tra la primavera e l’inverno durante l’«Eierauflesen» © Eieraufleser Auenstein, 2009
  • Auenstein, AG: l'arrivo della primavera e dell’inverno © Eieraufleser Auenstein, 2009
  • Effingen, AG: cavaliere seguito da un corridore all’entrata della Dorfstrasse © Karin Janz, 2010
  • Effingen, AG: corridori dell’«Eierleset» affiancati da figure che evocano l’inverno e la primavera © Karin Janz, 2010
  • Effingen, AG: lo «Straumuni» (maschera con imbottitura di paglia) soccombe al «Tannästler» (figura ricoperta di rami di abete) © Karin Janz, 2010
  • Frenkendorf, BL: al decimo uovo portato alla meta è prevista una prova speciale (in questo caso di equilibrio) © TV Frenkendorf, 2011
  • Frenkendorf, BL: l’associazione di ginnastica sfida ogni anno un avversario diverso, stavolta i vigili del fuoco © TV Frenkendorf, 2011
  • Blauen, BL: blocchetti di legno anziché mucchietti di segatura – più facili da riporre una volta finita la gara © Fabian Meury, 2011
  • Wegenstetten, AG: nella prima breve competizione si sfidano gruppi di ginnastica mamma-bambino e papà-bambino © Karin Janz, 2011
  • Oberhof, AG: al decimo uovo portato alla meta è prevista una prova speciale (in questo caso di abilità) © Karin Janz, 2011
  • Oberhof, AG: alcune uova non ce la fanno ad arrivare sane e salve alla meta © Karin Janz, 2011
  • Effingen, AG: pulpito per la predica al termine dell’«Eierläset» © Karin Janz, 2010
  • Kyburg-Buchegg, SO: preparazione della pista © Bernhard Meister, 2007
  • Kyburg-Buchegg, SO: se vengono deposte due uova, il tragitto deve essere percorso due volte © Bernhard Meister, 2007
  • Kyburg-Buchegg, SO: i costumi bianco-rossi dei partecipanti rimandano ai colori della bandiera del Cantone di Soletta © Bernhard Meister, 2010

Referenze e dossier

Pubblicazioni
  • Robert B. Christ: Effinger Eieraufleset. In: Brugger Neujahrsblätter 1961. Brugg, 1961, p. 15-20

  • Kurt Meuli: Schneggehüsler, Blätzliböögg und Federehans. In: Schweizer Volkskunde no. 1, vol. 28. Basel, 1938, p. 1-10

  • Ulrich Weber, Heinz Fröhlich: Aargauer Bräuche. Aarau, 1983

  • Schriftliche und mündliche Rückmeldungen von Vereinen und Gemeinden im Projekt der Kantone Aargau und Solothurn zu den lebendigen Traditionen, 2010-2011

Dossier
  • Eierläset

    Ausführliche Beschreibung Ultima modifica: 27.08.2012
    Grandezza: 266 kb
    Tipo: PDF