San Giuseppe a Laufenburg


Categoria:
Pratiche sociali
Cantone:

Descrizione

Il giorno di San Giuseppe ha le sue origini in Sicilia, dove il 19 marzo si celebra una festa in onore dell’omonimo santo. Patrono delle persone in difficoltà, le famiglie si rivolgevano a lui con preghiere di intercessione, promettendo di costruire un altare con vivande e di condividere questi doni con gli altri. Gli immigranti dalla cittadina siciliana di Leonforte hanno portato la tradizione a Laufenburg. In un primo momento hanno festeggiato in ambito privato, in seguito, 17 anni fa, la festa è stata inserita nel calendario delle ricorrenze religiose.

Alla fine di un’impegnativa settimana di preparativi, in cui si cuoce il pane e vengono preparate altre pietanze, il primo sabato sera dopo il 19 marzo iniziano i festeggiamenti in onore di San Giuseppe con una messa in italiano e tedesco. Seguono la processione, uno spettacolo pirotecnico e la benedizione dell’altare. Immediatamente dopo inizia una veglia notturna con preghiere e canti, che si conclude la domenica mattina con una funzione e la cerimonia dei sette santi. In seguito vengono distribuiti i doni.

Questa tradizione vivente ha uno scopo caritativo, ma promuove anche l’avvicinamento, lo scambio e la comprensione reciproca e, per questo motivo, ha un forte carattere integrativo. Poiché la popolazione di Laufenburg è coinvolta nei preparativi e nell’evento vero e proprio, la tradizione contribuisce a rafforzare la solidarietà tra le persone.

Gallerie di immagini

  • Una dozzina di persone trasportano la statua di San Giuseppe in processione © Lo Pumo, 2011
  • Statua di San-Giuseppe nella chiesa dedicata a Giovanni Battista, Laufenburg: uno dono di Leonforte © Lo Pumo, 2011
  • Messa celebrata dai parroci di Laufenburg e della Missione cattolica © Lo Pumo, 2011
  • Partecipano alla cerimonia circa 2000 persone di Laufenburg, della Svizzera e del sud della Germania © Lo Pumo, 2011
  • Un tavolino al centro dell'altare è riservato ai sette santi © Lo Pumo, 2011
  • Vivande donate sull'altare per una preghiera al Santo patrono © Lo Pumo, 2011
  • La domenica a pranzo i bambini recitano la cerimonia dei sette santi che prevede la lavanda dei piedi © Lo Pumo, 2011
  • La panetteria locale è a disposizione dei volontari durante la settimana dei preparativi © Lo Pumo, 2011
  • Una dozzina di persone trasportano la statua di San Giuseppe in processione © Lo Pumo, 2011
  • Statua di San-Giuseppe nella chiesa dedicata a Giovanni Battista, Laufenburg: uno dono di Leonforte © Lo Pumo, 2011
  • Messa celebrata dai parroci di Laufenburg e della Missione cattolica © Lo Pumo, 2011
  • Partecipano alla cerimonia circa 2000 persone di Laufenburg, della Svizzera e del sud della Germania © Lo Pumo, 2011
  • Un tavolino al centro dell'altare è riservato ai sette santi © Lo Pumo, 2011
  • Vivande donate sull'altare per una preghiera al Santo patrono © Lo Pumo, 2011
  • La domenica a pranzo i bambini recitano la cerimonia dei sette santi che prevede la lavanda dei piedi © Lo Pumo, 2011
  • La panetteria locale è a disposizione dei volontari durante la settimana dei preparativi © Lo Pumo, 2011

Referenze e dossier

Pubblicazioni
  • Giuseppe Castrogiovanni, Enrico Varrica, Signorello Lo Pumo, Gioacchino Lo Pumo, Angelo Castrogiovanni, Ernest Lo Stanco: Festa di San Giuseppe. Interpretato: da tanta gente devota a San Giuseppe (Film). Laufenburg, 1999

  • Interview mit Alessandra Chiesa vom 1. Dezember 2010 und vom 26. Juli 2011 im Pfarreihaus der Missione Cattolica di Lingua Italiana. Aargauer Kuratorium, Aarau

  • Interview mit einem Mitglied des San Giuseppe-Komitees vom 2. November 2010 in Laufenburg. Aargauer Kuratorium, Aarau

  • Interview mit einer Traditionsträgerin vom 16. Dezember 2010 in Turgi. Aargauer Kuratorium, Aarau

Dossier