Scultura di maschere e Carnevale nella regione di Sargans


Categoria:
Artigianato tradizionale
  • Pratiche sociali
Cantone:

Descrizione

La regione di Sargans è nota ben oltre i propri confini per il suo Carnevale. Durante questo periodo dell’anno è comune scorgere le tradizionali maschere di legno a cortei e altre manifestazioni. Le tradizioni legate alla scultura delle maschere e al loro impiego nelle festività carnevalesche sono molto diffuse nella regione e vengono coltivate con cura. In passato il Carnevale si festeggiava soprattutto per strada e in locali, per esempio in osterie, mentre recentemente ai tradizionali cortei si sono aggiunti balli in maschera e concerti delle Guggen.

Prendersi gioco delle autorità e delle personalità del luogo era un elemento centrale del Carnevale di un tempo. Nel corso di recite si commentava la vita del villaggio beffandosi della sua popolazione. Le maschere di legno facevano la caricatura a personalità locali con tratti del viso marcati o dai comportamenti eccentrici.

La tradizione della scultura di maschere di legno è stata introdotta nella regione di Sargans da lavoratori stagionali all’inizio dell’Ottocento. Fino agli anni Trenta, le maschere di legno di questa regione erano soprattutto maschere di carattere. Più tardi sono apparse anche maschere del terrore, del demonio e del diavolo. Le maschere da strega, oggi molto diffuse, sono state ispirate dalle preesistenti maschere Wiibli.

Nel secondo dopoguerra l’incisione delle maschere ha subito una vera e propria impennata che perdura tuttora. Oltre all’imitazione di maschere antiche sono stati realizzati nuovi modelli creativi. Flums è diventato il centro dell’arte della scultura di maschere e ha creato famose maschere la cui notorietà si è estesa ben al di là dei confini regionali. Associazioni di scultura di recente istituzione contribuiscono notevolmente al mantenimento della tradizione tenendo corsi popolari di scultura e tramandando le tecniche d’incisione. Attualmente nella regione di Sargans opera una sessantina di intagliatori amatoriali.

Gallerie di immagini

  • «Di Alt», attestata dal 1832 come la principale figura della società del Carnevale di Walenstadt © Schnitzer: Paul Mannhart, Berschis
  • «D’Chrottni» personaggio di Flums dal 1890 © Schnitzer: Bruno Bless, Flums, 2006
  • «Dr Böllni», figura principale del Carnevale di Mels © Schnitzer: Linus Honegger, Mels
  • «Dr Melser Rölli», figura principale del Carnevale di Mels dal 1920 © Schnitzer: Alois Tschirky, Mels
  • «Silberfuchs», figura principale della società del Carnevale di Murg dal 1928 © Schnitzer: Hans Bartholet, Flumserberg, 1994/95
  • «Dr Langnasni», maschera tradizionale di Flums © Schnitzer: Giovanni Testi, Flums
  • «Dr Finstergugger», dagli anni Quaranta originale di paese proveniente da Flums © Schnitzer: Niggi Stoop, Flums, 2005
  • «Schwarzer Engel», gruppo mascherato di Flums esistente dal 1954 © Schnitzer: Hugo Reichlin, Flums
  • «Wiigeischt», gruppo mascherato di Walenstadt esistente dal 1998 © Schnitzer: Max Tschus, Walenstadt
  • «Sardona-Tüüfel», gruppo mascherato di Pfäfers esistente dal 2003 © Schnitzer: Max Tschus, Walenstadt
  • «Dr Tüüfel», maschera individuale © Schnitzer: Marcus Deflorin, Flums, 2006
  • «S’Zahnärztli», maschera fantasia © Schnitzer: Bruno Bless, Flums, 2007
  • «Der Löwe», maschera fantasia © Schnitzerin: Heidi Walter, Reichenburg, Kanton Schwyz, 2011
  • Giustizia popolare al Carnevale di strada di Flums, attorno al 1930, con giudice penale autonominato
  • Carnevale di strada, attorno al 1927
  • Carnevale di strada di Flums con gruppo di «Butzi» che indossano «Huttlen» usati, 1913
  • «Di Alt», attestata dal 1832 come la principale figura della società del Carnevale di Walenstadt © Schnitzer: Paul Mannhart, Berschis
  • «D’Chrottni» personaggio di Flums dal 1890 © Schnitzer: Bruno Bless, Flums, 2006
  • «Dr Böllni», figura principale del Carnevale di Mels © Schnitzer: Linus Honegger, Mels
  • «Dr Melser Rölli», figura principale del Carnevale di Mels dal 1920 © Schnitzer: Alois Tschirky, Mels
  • «Silberfuchs», figura principale della società del Carnevale di Murg dal 1928 © Schnitzer: Hans Bartholet, Flumserberg, 1994/95
  • «Dr Langnasni», maschera tradizionale di Flums © Schnitzer: Giovanni Testi, Flums
  • «Dr Finstergugger», dagli anni Quaranta originale di paese proveniente da Flums © Schnitzer: Niggi Stoop, Flums, 2005
  • «Schwarzer Engel», gruppo mascherato di Flums esistente dal 1954 © Schnitzer: Hugo Reichlin, Flums
  • «Wiigeischt», gruppo mascherato di Walenstadt esistente dal 1998 © Schnitzer: Max Tschus, Walenstadt
  • «Sardona-Tüüfel», gruppo mascherato di Pfäfers esistente dal 2003 © Schnitzer: Max Tschus, Walenstadt
  • «Dr Tüüfel», maschera individuale © Schnitzer: Marcus Deflorin, Flums, 2006
  • «S’Zahnärztli», maschera fantasia © Schnitzer: Bruno Bless, Flums, 2007
  • «Der Löwe», maschera fantasia © Schnitzerin: Heidi Walter, Reichenburg, Kanton Schwyz, 2011
  • Giustizia popolare al Carnevale di strada di Flums, attorno al 1930, con giudice penale autonominato
  • Carnevale di strada, attorno al 1927
  • Carnevale di strada di Flums con gruppo di «Butzi» che indossano «Huttlen» usati, 1913

Documenti video

Sarganserländer Maskenmuseum in Flums © TVO AG, Tele Ostschweiz, St. Gallen, 2012

Referenze e dossier

Pubblicazioni
  • Albert Bärtsch: Sarganserländer Holzmasken. Fasnachtsbrauchtum. Mels, 1990

  • Albert Bärtsch: Holzmasken. Fastnachts- und Maskenbrauchtum in der Schweiz, in Süddeutschland und Österreich. Aarua, 1993

  • Alois Senti: Das Land in Fest und Brauch. In: Sarganserland 1483-1983. Ed. Sargangserländer Talgemeinschaft. Mels, 1983, p. 233-290

Dossier